• Psicologo psicoterapeuta Monza e Milano
Letture consigliate

L'arte di crescere i figli


Elena Balsamo, Sono qui con te 

Presentazione 

Che cosa è meglio per un bebè: essere allattato ad orari o a richiesta? Dormire da solo in una culla o a fianco della mamma nel lettone? Essere portato in giro in carrozzina o in un marsupio? E ancora, che legame c'è tra biologia e cultura? Quali sono i motivi che stanno alla base delle nostre scelte in fatto di "accudimento" dei bambini? Le pratiche di puericultura occidentali poggiano sempre su reali basi scientifiche? La nostra puericultura è la sola valida o non è piuttosto una tra le tante e forse neanche la migliore? Per rispondere a tutte queste domande - ma non solo - è nato questo libro. 

Una recensione di una lettrice 

Il libro è scritto in modo delicato e piacevole. Insegna a sapere ascoltare le esigenze del bambino, e accompagna nella coraggiosa scelta di essere genitori "ad alto contatto". I numerosi riferimenti alle altre culture, specie quelle tradizionali, fanno capire quanti valori siano purtroppo andati perduti nella nostra società, e quanto sarebbe bello recuperarli. È senz'altro uno dei libri più belli che io abbia letto, ogni giorno non perdo occasione per abbracciare mio figlio e dirgli "sono qui con te". Un solo consiglio non riesco a seguire: probabilmente lo infastidirò un po', ma non riesco a non riempirlo di baci. Chi sente di amare visceralmente i propri figli riuscirà ad apprezzare di questo libro tutta la dolcezza.




Alessandra Bortolotti, E se poi prende il vizio?

Presentazione 

Esistono molti libri sull'accudimento dei bambini. Spesso si presentano come manuali di istruzioni, come magiche ricette di felicità per genitori e figli. Questo libro non propone metodi uguali per tutti. È un invito a riflettere sulla particolarità di ogni famiglia, sul diritto di allevare i bambini in piena libertà lasciando da parte i pregiudizi culturali, ascoltando il proprio istinto. 
Viviamo, infatti, in una società che impone tempi e spazi basati sulla logica della produttività e del consumismo e che non si cura a sufficienza di proteggere lo sviluppo affettivo dei più piccoli. 
I nostri figli crescono perciò in un mondo che spesso si è dimenticato di loro pretendendo che diventino da subito autonomi, che non disturbino, che ignorino fin dai primi istanti di vita i propri istinti e la capacità di comunicare le proprie necessità. 
Attraverso l'analisi dei bisogni primari ed universali di ogni bambino in queste pagine vengono trattati temi quali l'allattamento, il sonno dei neonati e dei bambini più grandi, il bisogno di contatto e le più efficaci forme comunicative fra genitori e figli. 
Il testo è arricchito da numerose fonti bibliografiche che rimandano alle ultime scoperte delle neuroscienze e delle ricerche sulla fisiologia di gravidanza, parto e allattamento per sottolineare in maniera semplice e chiara, come rispondere ai bisogni affettivi di base dei nostri bambini non abbia nulla a che vedere coi vizi ma, anzi, sia un patrimonio irrinunciabile.

Una recensione di un lettore 

Un piccolo capolavoro con solide basi scientifiche e una bibliografia indiscutibile. Un libro direi quasi rivoluzionario di questi tempi, che insegna a guardare i bambini con occhi nuovi e diversi e a cogliere il senso di parole come rispetto, empatia, accoglienza. Perchè i bimbi non sono piccoli manipolatori da addestrare ma cuccioli di mammifero che hanno tanto più bisogno di un abbraccio che di non una sdraietta. Questo libro aiuta ad aprire gli occhi sui cosiddetti vizi dei bambini e aiuta i genitori che seguono il proprio istinto e il proprio cuore a non sentirsi sbagliati in questa società così a basso contatto.




James Mckenna, Di notte con tuo figlio

Presentazione 

Dormire insieme ai propri figli è stata la norma in quasi ogni epoca e in quasi tutte le culture. Nella società moderna, invece, tale pratica è diventata fonte di innumerevoli interrogativi e motivo di colpevolizzazione. 
In "Di notte con tuo figlio" ogni teoria scientifica a sostegno dell'inopportunità, se non addirittura della pericolosità o dell'immoralità di questa abitudine, viene puntualmente confutata. 
L'autore, massima autorità a livello internazionale in materia, attraverso le più recenti evidenze scientifiche a sostegno dei potenziali benefici del sonno condiviso e tanti utili consigli per prevenire eventuali rischi e inconvenienti, illustra le diverse modalità con cui è possibile dormire con i propri piccoli in tutta sicurezza, e i benefici di stare tutti insieme nel lettone.

Una recensione di un lettore

La pratica del sonno condiviso la sto sperimentando da 3 anni e spesso devo scontrarmi con l'opinione contraria di molte persone. Questo libro è stato una boccata di ossigeno. Rincuora sapere che non si è "soli" in questa pratica antica, "demonizzata" dalla nostra società occidentale. Una lettura consigliata a chi ha dei dubbi sull'argomento e a chi vuole conferme sulle scelte fatte.






Posso provare ad aiutarti ?

Rivolgersi ad uno psicologo specializzato aiuta e serve a fare molta chiarezza
Ti aiuterò a trovare nuovi modi per affrontare e risolvere le difficoltà.
Tel +39 329.8987128
leonardo@paolettapsicologo.com
Oppure compila una richiesta di contatto
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Info OK