TORNA INDIETRO ALLE FAQ

La psicoterapia è utile davvero ?

Nella nostra epoca viviamo il prevalere di soluzioni fast-food anche per quel che riguarda la sofferenza umana. Ecco allora che l'uso disinvolto, ed in alcuni casi inopportuno, degli psicofarmaci si contrappone all'impegno certamente menofast della psicoterapia, che richiede, invece, un certo grado di impegno e di coinvolgimento personale.

La psicoterapia finisce così per apparire come una soluzione di altri tempi: antiquata, faticosa e dispendiosa di tempo e di risorse.

In realtà è vero il contrario. 

Diversi studi (come ad esempio questo) hanno mostrato che la psicoterapia risulta essere l’intervento elettivo, risolutivo nel tempo e più efficace per la gran parte dei problemi di natura psicologica (depressione, ansia, attacchi di panico, ipocondria, stress, disturbi sessuali, disturbi di personalità, problemi relazionali, affettivi, sociali, problemi familiari e di coppia, problemi della genitorialità, problemi legati alla crescita dei figli, problemi legati al passaggio da una fase della vita ad un'altra, etc.). 

Da questo punto di vista, allora, la psicoterapia fa guadagnare tempo e risorse; aumenta la possibilità di scelta e, quindi, di libertà dell'individuo.

Anche gli ultimi studi delle neuroscienze dimostrano che la psicoterapia modifica le connessioni neuronali solo attraverso l'uso della parola e della relazione con lo psicoterapeuta, senza l’utilizzo di altre sostanze quali gli psicofarmaci. 

Ovviamente, in alcuni casi specifici e particolari, è necessaria l'azione combinata di psicoterapia e psicofarmaci.