• Psicologo psicoterapeuta Monza e Milano
Blog

Sono davvero efficaci i farmaci antidepressivi?

Sono davvero efficaci i farmaci antidepressivi?
In un articolo-intervista a Irving Kirsch, professore al Department of Psychology dell'Università di Hull, in Gran Bretagna, e docente emerito dell'Università del Connecticut, pubblicato tempo fa su L'Espresso e ripreso da alcuni quotidiani nazionali, ha fatto scalpore la dichiarazione di questo studioso sulla mancata efficacia dei farmaci antidepressivi.

Egli sostiene le proprie affermazioni servendosi di studi e verifiche scientifiche sui dati in possesso delle stesse case farmaceutiche, giungendo alla conclusione che l'effetto dei farmaci non dipende dalla loro composizione chimico-molecolare bensì da un effetto placebo.

Nel dettaglio: più dell'85%  degli effetti del farmaco è dovuto alla semplice autosuggestione (l’effetto placebo); l’efficacia del principio attivo realmente presente nel farmaco è invece del 15% e si realizza prevalentemente nei casi più gravi. Così, mentre 7 pazienti su 10 reagiscono in maniera positiva al farmaco, 6 su 10 reagiscono allo stesso modo in maniera positiva anche se trattati con una "caramella di zucchero” in cui non vi è alcuna presenza del principio attivo.

Egli conclude affermando che i dati che emergono dagli studi effettuati soprattutto negli ultimi anni mostrano come la psicoterapia sia più efficace dei farmaci: i benefici immediati risultano analoghi a quelli ottenibili con gli antidepressivi, mentre quelli a lungo termine risultano, in maniera evidente, molto più consistenti e soprattutto stabili. Infatti, se la maggior parte dei depressi trattati con i farmaci è destinata prima o poi a ricadere nella stessa sintomatologia, l'utilizzo della psicoterapia dimezza tale rischio.

Inoltre, sebbene i costi di una psicoterapia siano inizialmente superiori a quelli di un intervento farmacologico, negli anni seguenti essa risulta più economica, con minori risvolti sull'attività lavorativa del paziente e sull'impegno del sistema sanitario, per via delle mancate ricadute.
 
Sulla stessa linea anche il Prof. Migone, direttore della rivista Psicologia e Scienze Umane, che è stato il primo in Italia a parlare delle ricerche di Kirsch.
Migone afferma che: << […] anche qui a mio parere troppo spesso, e non a caso, si omette di dire che ormai tutte le ricerche meta-analitiche hanno dimostrato che nella cura della depressione la psicoterapia è superiore ai farmaci[…]>>

Post scritto da Leonardo Paoletta

Psicologo Monza Milano
Leonardo Paoletta.
Psicologo e psicoterapeuta Monza e Milano.
Sono uno Psicologo, Psicoterapeuta ed Analista Transazionale.
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Info OK