• Psicologo psicoterapeuta Monza e Milano
Attacco di panico » Caso clinico - Attacco di panico

Caso clinico - Attacco di panico

Per descrivere meglio cosa si intenda con attacco di panico, disturbo di panico e agorafobia, useremo le storie di Marco, Giovanna e Luca.

Marco era alla guida della sua auto quando, improvvisamente, ha pensato che stesse per morire: ha provato un dolore al petto, una strana tachicardia ed un formicolio alle braccia. Il suo pensiero è subito andato ad un infarto. Dopo aver atteso che l'attacco passasse, di corsa si è recato al pronto soccorso dove, però, dopo attenti esami, i medici hanno escluso ogni presenza di cardiopatie.

Giovanna da circa due mesi mostra forte preoccupazione per il suo stato mentale: teme in cuor suo di star "diventando matta". Lei che si è sempre considerata una persona razionale, determinata ed equilibrata, si ritrova all'improvviso a vivere momenti in cui avverte una intensa "fame di aria"unita ad una sensazione di "testa leggera" e di sbandamento. Sente di essere come distaccata da se stessa e teme, fortemente, di perdere il controllo di sé. Nonostante tutto questo, non ha apportato significativi cambiamenti al proprio stile di vita.

Luca è ormai da anni che vive in maniera molto ritirata. Ha avuto un periodo iniziale caratterizzato da frequenti attacchi di panico ed ora è terrorizzato da poterne avere degli altri. Così, ha smesso di prendere i mezzi pubblici (troppa gente); non fa più uso dell'auto (e se avesse un attacco mentre è alla guida?); evita di trovarsi in coda al supermercato, alle Poste, dal medico, ed evita ogni luogo affollato; non viaggia più, sebbene prima fosse una sua grande passione; dopo un periodo iniziale in cui ha chiesto l'aspettativa alla propria azienda, adesso ha ottenuto di poter lavorare da casa. Si allontana dalla propria abitazione solo e soltanto se strettamente necessario e soprattutto, quando deve farlo, chiede ad un suo familiare di accompagnarlo.

Queste tre storie hanno in comune alcuni dei sintomi tipici del panico, seppur con peculiari differenze: Marco ha finora avuto un solo attacco di panico

Giovanna, invece, ha sviluppato un vero e proprio disturbo di panico ovvero una condizione caratterizzata da frequenti attacchi, inaspettati e ricorrenti, e dalla continua preoccupazione verso tali attacchi. Tale situazione dura da oltre un mese.

Infine, Luca: egli teme di ritrovarsi, da solo, in situazioni e luoghi dai quali sarebbe difficile allontanarsi velocemente. Teme di non trovare rapidamente aiuto in quelle circostanze ed ha così organizzato la propria vita intorno a questa paura. La sua diagnosi è quella di disturbo di panico con agorafobia.

Posso aiutarti ?

Rivolgersi ad uno psicologo specializzato aiuta e serve a fare molta chiarezza
Ti aiuterò a trovare nuovi modi per affrontare e risolvere le difficoltà.
Tel +39 329.8987128
leonardo@paolettapsicologo.com
Richiesta di contatto
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Info OK